Qualche settimana abbiamo lanciato Walking Stories fo Walking Women, un progetto nato per dare voce a grandi donne che hanno contribuito a migliorare il nostro paese, ognuna nel proprio ambito: scienza, letteratura, sport e attivismo!

Ma nonostante il loro inconfutabile lavoro le città italiane sembrano non riconoscerle a sufficienza: in media, una città ha solamente i 5% di vie dedicate a donne, contro il 40% dedicato a uomini.

Partiamo da qui, insieme a Vitamine Vaganti e Toponomastica Femminile per far conoscere qualcuna di loro, sperando di riuscire a togliere questo mantello di invisibilità!

"Un flusso irrefrenabile di vita. E di volontà di resistenza continua, continua…"

La prima settimana abbiamo parlato di scienziate straordinarie, e oggi siamo qui per raccontarvi le storie di due grandi scrittrici: Sibilla Aleramo e Fernanda Pivano! 

Sibilla Aleramo è stata una delle prime a parlare delle condizioni femminili in Italia. Con la sua autobiografia “Una donna” si racconta, in un modo inedito, intenso: costretta da un matrimonio riparatore si ribella ed inizia a vivere! 

Dobbiamo invece ringraziare Fernanda Pivano per averci fatto conoscere gli autori delle Beat Generation grazie al suo lavoro di traduttrice in un epoca non facile. 

A Sibilla Aleramo sono state intitolate varie vie in tutta Italia, purtroppo la stessa fortuna non l’ha avuta Fernanda Pivano.

Vuoi sapere di più su queste due grandi scrittrici? 
Leggi la storia completa su Vitamine Vaganti

Diavolo in gonnella?

Come grandi sportive abbiamo deciso di scegliere due donne particolari: particolari perché alla loro epoca non c’erano (o erano pochissime) professioniste in queste discipline, parliamo di ciclismo e automobilismo, settori che sono sempre stati, purtroppo, molto maschili. 

Alfonsina Strada si fa letteralmente “strada” nell’Italia del 1924, partecipando per prima al Giro d’Italia. Molto discriminata (verrà chiamata “Diavolo in gonnella”) aveva tuttavia una tempra d’acciaio: “Vi farò vedere io se le donne non sanno stare in bicicletta come gli uomini!”.

Maria Antonietta Avanzo, classe 1889 è stata una delle prime donne a partecipare alle Mille Miglia e a far mangiare la polvere ai suoi avversari a bordo di Maserati, Alfa Romeo e della sua iconica Packard 299. 

Ad Alfonsina sono dedicate alcune vie nelle nostre città (e qualche pista ciclabile ovviamente!), purtroppo questo privilegio non lo ha avuto Maria Antonietta, nonostante le tante strade percorse. 

Vuoi sapere di più su queste due grandi sportive? 
Leggi la storia completa su Vitamine Vaganti

Vi aspettiamo la settimana prossima con il gran finale dedicato a grandi attiviste e rivoluzionarie: il modo migliore per celebrare l’8 Marzo 💪

Il progetto continua su Instagram!

Categories: Girl Power